PAO (Period After Open)

PAO= period after open 

si lo so che state pensando:”ancora a parlare di queste cose…”

In fondo dovrebbe essere chiaro che anche un cosmetico ha una data di scadenza e che la semplice aria o le nostre dita non perfettamente lavate, mettono alla prova quello che è il sistema di conservazione di un prodotto.

Da qualche tempo a questa parte, mi sono resa conto che la cosa non è poi così scontata.

Mi capita spesso che mi venga chiesto di potere sentire l’odore di questo o quel bagnoschiuma o magari di una crema, e allora eccomi li che mi ritrovo a spiegare il perchè questo non è possibile; inevitabilmente il mio pensiero va ai poveri cosmetici senza controllo nella grande distribuzione che vengono aperti, per sentire se effettivamente il prodotto ha lo stesso odore del mandarino verde e poi richiuso e lasciato lì.

Perchè tanto siamo onesti lo sappiamo tutti che se il cosmetico ci piace, prendiamo sempre il secondo prodotto nello scaffale!!

Ma torniamo al PAO e partiamo dalle basi: LA LEGISLAZIONE!!!

L’ultimo regolamento Europeo su produzione e commercializzazione di prodotti cosmetici è il 1223 del 2009; nell’articolo 19 si stabilisce che un prodotto può essere immesso in commercio solo se riporta sul packaging alcune indicazioni tra cui la data di durata minima, se inferiore ai trenta mesi, e il tempo in cui il prodotto, una volta aperto, è sicuro e può essere utilizzato senza effetti nocivi per il consumatore (PAO).

Il PAO è un simbolo che raffigura un barattolo di crema aperto e un numero che indica i mesi. I mesi riportati non sono messi a caso ma vengono valutati secondo dei test che solitamente vanno a “stressare” il prodotto in modo da accelerare “l’invecchiamento”.

Quindi dal momento in cui apriamo il nostro vasetto di crema  inizia il PAO, cioè quel periodo dopo l’apertura in cui, il prodotto, mantiene le sue caratteristiche (odore, colore, consistenza, sicurezza microbiologica…).

Questo ci dice che quando compriamo un crema o semplicemente vogliamo provarla (campioni omaggio), è sempre bene aprire la confezione solo quando decidiamo di usarla effettivamente e non lasciarla li per poi riutilizzarla più avanti.

In ogni caso il PAO non è sempre obbligatorio ad esempio per i prodotti monodose, in questa versione possiamo spesso trovare maschere per il viso. 

Sul cosmetico a volte, oltre il PAO, è presente una data di scadenza, solitamente composta da mese e anno; questa è obbligatoria solo quando il prodotto non aperto scade prima di trenta mesi dal lotto di produzione.

Ora non ci resta che andare in bagno e controllare l’armadietto, sperando di non trovare troppi residui lasciati li a fermentare 😉

#Nora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto