Il nostro organo più esteso…

La superficie cutanea, più comunemente detta pelle, è l’organo più esteso del nostro organismo; per un individuo adulto si ha un’estenzione di circa 170-200 cm2 ed un peso che varia tra i 15 e i 17 kg.

La cute umana è data dalla sovrapposizione di tre diversi tessuti:

  • l’epidermide, strato più seperficiale a contatto con l’ambiente;
  • il derma, strato intermedio, costituente strutturale della cute;
  • l’ipoderma, costituito da cellule adipose, rappresenta il cuscinetto di grasso tra la pelle e gli organi.

La pelle non può essere considerata semplicemente come un involucro che ci protegge e funge da barriera contro gli agenti esterni e tiene uniti e compatti gli organi all’interno. Ha delle funzioni molto complesse e articolate anche se il suo spessore varia da 0,5 mm a 4 mm, le sue funzioni sono:

  • protettiva;
  • di termoregolazione;
  • sensoriale;
  • respiratoria;
  • secretiva;
  • difensiva;
  • riproduttiva.

Le sue molteplici caratteristiche sono necessarie alla sopravvivenze dell’individuo e sono legate al mantenimento della struttura cutanea.

La cute è il protagonista e l’obietivo del cosmetico. Come da definizione infatti, applicazione di un cosmetico, oltre che su unghie, denti, labbra e organi genitali esterni, il suo assorbimento non deve superare quello è lo strato più esterno, l’epidermide. Questo ovviamente perchè la vascolarizzazione si ha al livello del derma e dell’ipoderma, in questo modo i principi attivi ed eccipienti di un cosmetico non entrano nel circolo sistemico. Inoltre al livello dell’epidermide, ritroviamo una serie di cellule di interesse cosmetologico; come ad esempio i melanociti, produttori di melanina e responsabili del nostro fototipo, ma anche annessi cutanei come peli e capelli. Non solo ma al livello dell’epidermide ritroviamo il film idrolipidico, prodotto dalla ghiandola sebacea, dalla sudorazione e dalla traspirazione. Questo è formato essenzialmente da:

  • costituenti del sebo;
  • detriti cellulari;
  • sostenze di derivazione batterica;
  • acqua;
  • sostanze esogene.

Il film idrolipidico è essenziale al manteniamento dell’omeostasi, poichè oltre a conferire la capacità di resistenza agli agenti aggressivi esterni, è essenziale per la qualità plasto-elastica dell’epidermide, ma allo stesso tempo tempo un eccesso di sebo può causare problemi come acne e seborrea.

Tra l’epidermide e il derma ritroviamo la giunzione dermo-epidermica, la possiamo definire come una zona di confine con diverse funzioni: prima tra tutte quella di agire come struttura di adesione e supporto meccanico. Infatti a questo livello della cute ritroviamo le prime fibre del nostro tanto amato collagene. Difatti a questo livello troviamo molecole di collagene di tipo IV e VII e fibronectina, il loro compito è in primis di adesione, sono i primi mattoni della nostra pelle, e grazie alla loro stimolazione si ha la formazione di quelle che saranno le catene di collagene vere e proprie.

Quindi teniamoci cara la nostra pelle perchè potremmo in un certo senso definirla come il nostro primo biglietto da visita, e l’idratazione rappresenta proprio il più importante parametro per determinare la salute della nostra amata cute!!!

Nora

2 risposte a "Il nostro organo più esteso…"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: