B… come Burro di karitè

Il burro di karitè deriva dei frutti di un albero alto e imponente, Vitellaria paradoxa o Butyrospermum parkii, è una pianta diffusa in Africa alta tra i 10 e i 15 metri e un diametro del tronco e può raggiungere il metro e mezzo. DSC_0751.jpg

Le noci di karitè vengono raccolte per l’estrazione di una sostanza morbida e burrosa, appunto il burro di karitè. Si presenta come una massa densa di color avorio ed è ricco di acidi grassi, fitosteroli, vitamina A e vitamina E. Definita anche pianta dell’Eterna Giovinezza, viene impiegato nella cosmesi per proprietà: riparatrici, protettive, nutrienti, elasticizzanti, idratanti e antinfiammatorie.

Gl’usi di questo prodotto sono veramente molteplici così come la sua natura versatile, sui miei scaffali non manca mai.  Questo in particolare viene prodotto dall’Erboristeria del Santo azienda padovana la filosofia dell’azienda è l’equilibrio tra le conoscenze del passato e l’innovazione di chi guarda al futuro. Questo è un burro di karitè puro, la sola aggiunta riguarda la vitamina E, quindi l’INCI è molto molto corto 😉

Tra le proprietà del burro di karitè prima di tutto ricordiamo l’idratazione, una fantastica e profonda idratazione, si può utilizzare anche come maschera lasciando un bello strato in posa per 20 minuti. Il burro di karitè favorisce inoltre la produzione di collagene, è utile quindi anche per smagliature e cicatrici. Ottimo per proteggere le mani da freddo e dare un pò di morbidezza ai talloni. Contine inoltre acido cinnamico, che aiuta la pelle contro i raggi ultravioletti, può essere usato anche come doposole e per aiutare piccole ustioni e arrossamenti. Ammetto che a volte la uso anche per definire e nutrire i miei ricci. Se trattato in un certo modo, cioè in modo corretto senza alterazioni, potrebbe anche essere edibile, quindi ottimo come burro di cacao. Agisce anche a livello circolatorio, quindi perchè no, un aiuto anche per la microcircolazione del controno occhi e piccole rughe. Mi capita di utilizzarlo anche dopo la ceretta. Tutte queste le sue proprioetà ovviamente lo rendono adatto per i bambini. Insomma versalità è la parole d’ordine di questo tipo di prodotto, l’importante è che sia puro.

Il burro di karité non ha particolari controindicazioni per l’uso esterno, per la cura e la bellezza di pelle e capelli, a meno che non abbiate allergie specifiche alla pianta o ai semi. L’unico aspetto un pò fastidioso è che ovviamente unge e a meno che non abbiate un pelle particolarmente secca ci mette un pò ad essere assorbito.

#Nora

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: